ASCOLI PICENO – Momenti di emozione e significato hanno caratterizzato la cerimonia di premiazione della quattordicesima edizione del concorso di prosa e poesia “I Colori delle Donne”, svoltasi il 25 novembre nella sala del Consiglio Provinciale.

L’iniziativa, organizzata dalla Commissione Provinciale Pari Opportunità nella giornata simbolo dell’Onu contro la violenza di genere, ancora una volta ha dato piena voce all’universo letterario e creativo femminile. Sono stati infatti toccate con sensibilità ed efficacia le corde più intime dei sentimenti e dell’attualità delle vicende umane: dalla fragilità della malattia, al tema della violenza, alle difficoltà dell’amore vissuto da giovani donne. Particolarmente commovente il vissuto narrato in prima persona da una ragazza ex detenuta che ha letto il suo componimento raccontando il proprio doloroso percorso di vita aperto, tuttavia, alla speranza e alla rinascita.

Alla cerimonia sono intervenuti il Prefetto di Ascoli Piceno Graziella Patrizi, il Consigliere Provinciale Valentina Bellini, la Presidente della Commissione Pari Opportunità Maria Antonietta Lupi, Franca Maroni co-ideatrice del premio e referente del centro antiviolenza della Provincia. Oltre ad una qualificata rappresentanza di donne impegnate in vari campi delle professioni e della società civile, era presente nell’aula consiliare una folta rappresentanza di studenti del Liceo Scientifico “Orsini” di Ascoli che hanno seguito con attenzione e viva partecipazione emotiva la lettura degli elaborati e le testimonianze proposte.

“Vorrei sottolineare l’importanza di queste iniziative culturali ed artistiche – ha evidenziato il Consigliere Bellini – che rappresentano preziose occasioni di riflessione e di crescita morale e civile per tutto il territorio ed è molto significativo che sia presente, attraverso gli studenti, anche il mondo della scuola perché dalla giovani generazioni può e deve nascere quel “no” forte ad ogni forma di violenza e una mobilitazione per una comunità più attenta ai valori della solidarietà, della legalità e della condivisione”.

“La commissione Pari Opportunità – ha sottolineato Maria Antonietta Lupi – è impegnata da sempre in sinergia con le Forze dell’Ordine, gli enti, le istituzioni, gli esperti di varie discipline per sensibilizzare con tante iniziative contro la violenza alle donne in tutte le sue forme: dallo stalking, al bullismo nelle scuole, alla manipolazione affettiva, alla violenza tra le mura domestiche, senza contare il supporto concreto fornito dal Centro Antiviolenza nelle sue articolazioni di Ascoli e San Benedetto”.

“In base dai dati forniti dal Ministro dell’Interno Alfano gli omicidi femminili negli ultimi 12 mesi hanno registrato una diminuzione del 8% rispetto all’anno precedente – ha affermato nel suo intervento il Prefetto – tuttavia a livello mondiale risulta che una donna su tre subisce violenza ecco che quindi iniziative come questa di oggi servono a dare maggiore consapevolezza delle problematiche e a dare un forte segnale di attenzione verso la legalità e il rispetto della dignità della donna”.

Tutti degni di grande apprezzamento gli 80 elaborati presentati alla selezione della giuria che ha premiato Federica Minozzi di San Benedetto del Tronto per la sezione B (giovani) prosa con il racconto “Maledetto silenzio” e Silvia Pietrovanni di Roma per la sezione giovani poesia con la lirica “Chiamo”. Per la sezione A prosa sono risultate vincitrici ex aequo Antonella Concetti di Porto San Giorgio con il racconto “Il profumo del calicanto” e Patricia Monica Vena di Monteprandone con il brano “Il Signor Carlo Gatti e sua moglie”. Per la sezione poesia è stata premiata Roberta Lazzarini di Massignano con il componimento dal titolo “Assonanze” e, infine, menzione speciale a Federica Ferretti di Pietralta di Valle Castellana per il brano “Sirena di terra”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 310 volte, 1 oggi)