ASCOLI PICENO – Era tornata nel suo paese d’origine, gli Stati Uniti, con i bambini e non era più tornata. La donna non accettava la decisione del Tribunale che aveva deciso l’affidamento dei figli al marito, un ascolano. Per questo la fuga a New York.

Ma l’uomo ha provveduto a denunciare l’ex moglie. Il Tribunale di Ascoli ha processato la donna in contumacia e nella giornata del 5 dicembre è arrivata la condanna a due anni e mezzo di reclusione e al pagamento di una provvisionale di 100 mila euro all’ex marito.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 218 volte, 1 oggi)