ASCOLI PICENO – Quattordici quintali tra pasta di grano marchigiano, frutta e verdura sono stati donati dagli agricoltori della Coldiretti Ascoli Fermo alla Caritas delle due province per contribuire alle attività di distribuzione del cibo e alla preparazione dei pasti di Natale e Santo Stefano.

I pacchi di cibo, provenienti dalle aziende agricole del territorio e dal pastificio Ghigi, sono stati consegnati dal presidente della Coldiretti, Paolo Mazzoni, e dal direttore Leandro Grazioli ai dirigenti dell’ente di assistenza.

“Con l’aumento dei cittadini che nella nostra regione ricevono pacchi alimentari o pasti gratuiti attraverso i canali no profit, è importante dare un segnale di vicinanza alla nostra comunità –  ha sottolineato Mazzoni –. E, nonostante la pessima annata dal punto di vista produttivo, le imprese agricole non si sono tirate indietro”.

Secondo una stima Coldiretti, gli aiuti alimentari promossi nella nostra regione da Agea attraverso le sette organizzazioni riconosciute e le loro strutture periferiche sono state nel 2013 circa 2 milioni, tra pasti gratuiti in mensa o in residenza e distribuzione di pacchi di prodotti alimentari.

Proprio questi ultimi rappresentano la tipologia di sostegno più richiesta (vi si rivolge circa l’82 per cento del totale degli assistiti), in quanto rispondono maggiormente alle aspettative dei nuovi poveri.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 177 volte, 1 oggi)