ASCOLI PICENO – Il  Sindaco di Ascoli Piceno Guido Castelli e Presidente IFEL, e’ stato confermato ieri quale Delegato nazionale alla finanza locale di Anci. “Ringrazio il presidente Piero Fassino per la fiducia che mi ha voluto accordare. Mi impegnero’ affinche’ la voce dei comuni, vero motore del Paese, sia ascoltata dal Governo”, spiega il sindaco di Ascoli. “Il rinvio della local tax ritengo sia frutto di una decisione saggia. Le ultime esperienze normative in materia di fisco immobiliare ci hanno insegnato che il “presto”, nell’ambito della finanza locale, è  nemico giurato del “bene”. Ora abbiamo il tempo necessario per ragionare meglio su come realizzare una riforma che produca semplificazione degli adempimenti, certezza nei gettiti e mitigazione delle pretese fiscali. Pochi ricordano, ad esempio, che una parte dei soldi versati dai contribuenti lo scorso 16 dicembre a titolo di IMU andranno nelle casse dello stato e non dei comuni. che non porti a un inasprimento della pressione fiscale per le amministrazioni locali. E’ necessario studiare una riforma della tassazione locale organica e tendenzialmente stabile.

L’auspicio è che questo restyling avvenga senza abbinarsi ad ulteriori tagli visto che le riforme condotte in contesti di riduzione non si rivelano mai troppo positive” conclude Castelli. ” Il prossimo anno sarà un anno di transizione, la richiesta dell’Anci è che tutti i comuni possano beneficiare dello stesso quantum risorse godute per il 2014. I tagli contenuti nella legge di stabilità non consentono altre strade atteso che la coesione sociale – nel perdurare della crisi – non ammette che il welfare locale subisca ulteriori pregiudizi”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 232 volte, 1 oggi)