Pubblichiamo una lettera di Renato Maria Costantini, consigliere minoranza Spinetoli

“Caro Babbo Natale,

Non ho voglia di nascondermi dietro un “Pollicino” e quindi sarò chiaro e diretto.

Leggo sui quotidiani che la Cooperativa Tangram è subentrata nella gestione dell’asilo nido dal 1 dicembre 2014 alla Cooperativa UCOF. Sicuramente un risultato importante per l’Amministrazione quello di non chiudere un altro servizio nel nostro territorio, ma quante domande mi sorgono e spero di trovare le risposte almeno sotto l’albero. Andiamo per ordine. La posizione dell’asilo nido continua ad essere totalmente inappropriata essendo nella zona artigianale del paese e a 250 metri da un’ antenna telefonica. Perché insistere con questo sito quando i locali sono in affitto? I locali sono a norma per ospitare un asilo nido? Come è finita la vicenda UCOF? Come intende saldare gli affitti arretrati il Comune? Nello stesso stabile inoltre sono custoditi dei resti di una necropoli rinvenuta nel nostro territorio. Esiste un contratto di affitto per questi locali?

Ma torniamo al subentro. Sul sito dell’Unione dei Comuni non vi è traccia di gara per la gestione dell’asilo e tantomeno sul sito del Comune. Trattasi dell’ennesima proroga? Come può esserci una proroga quando si tratta di due Cooperative diverse? Per quanto tempo? I soliti 5-10 mesi? E poi?

Babbo Natale non ho voglia di nasconderti la mia delusione a seguito delle risposte dell’Amministrazione sul tema della segnaletica orizzontale e sul fatto che la stessa abbia deciso di non costituirsi parte civile in un processo per turbativa d’asta che la vede parte offesa. Secondo l’Amministrazione nel nostro territorio perversa un cattivo tempo da aprile scorso in quanto non avremo la segnaletica per almeno altri 60 giorni eppure il codice della strada dice altro.

Questo però non è il periodo di fare polemica e i regali che ti chiedo sotto l’albero sono delle giornate di sole per poter fare questa benedetta segnaletica, di restare dentro il patto di stabilità, che vengano fatte gare nel mio territorio, che il Comune si costituisca parte civile e che l’aggiudicatario delle quote della gas Tronto, si dice un’azienda municipalizzata toscana (di questi tempi va di moda) i cui vertici sono indagati per turbativa d’asta per una vecchia gara, abbia pagato la quota del 20% come aggiudicataria provvisoria così almeno per il 2014 speriamo che ce la caviamo. Per Spinetoli non ti chiedo nulla perché dopo essere stato solo a scontrarmi per un po’ di mesi sulla farmacia Comunale, so che si è attivato un Comitato che ti ha già scritto la letterina….Buon Natale”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 681 volte, 1 oggi)