ASCOLI PICENO –  Anche il tecnico bianconero Mario Petrone traccia un bilancio dell’anno che sta per terminare. “Il giorna di ritorno è totalmente differente da quello di andata. Anche il mercato invernale è molto diverso e bisognerà lavorare sui dettagli. Tocca a noi dare continuità al nostro buon momento, se escludiamo la brutta parentesi di Ancona. Su Lapadula non parlo, dovete chiedere a Lovato.”

Petrone commenta anche il nuovo arrivo di Pietro Tripoli che ” si è subito messo a disposizione della squadra, ma si è reso conto che bisogna dare il massimo, e lui è già una certezza. Chi si vuole ritagliare uno spazio lo deve fare con convinzione e una sana concorrenza tra giocatori  ci sta tutta.”

Il 2014 per mister Petrone è stato “irripetibile e lavoro sempre per ripetere i momenti positivi. Siamo rammaricati aver perso 3-4 punti ma sono sicuro che li potremo recuperare. Ci sono tante squadre forti e collaudate come il Pisa e lo stesso Teramo che incontreremo subito. La mia è la consapevolezza di aver creato un gruppo solido. ”

Sul prossimo avversario (i biancorossi di mister Vivarini) Petrone sottolinea di “rispettare gli avversari, sempre, ma a me interessa la reazione dei miei ragazzi. Il Teramo è in una condizione ottimale, sono molto quadrati e davanti sono micidiali. Ma noi dobbiamo vincere assolutamente”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 283 volte, 1 oggi)