ASCOLI PICENO –  Il Mister della Pistoiese Cristiano Lucarelli: “avessi avuto una squadra di trentenni, sarebbe andata diversamente. Dobbiamo incassare il colpo. Siamo stati troppo ingenui. Devo proteggere i miei ragazzi per la prossima partita. L’Ascoli era fuori dalla nostra portata. Fino a poche giornate fa, eravamo la sorpresa, adesso qualcuno già scende dal carro dei vincitori. Posso solo rimproverare l’ingenuità dei miei ragazzi, dei ventenni. Voglio stare vicino a loro e sono orgoglioso della mia squadra. Non ci faccio più caso agli insulti dei tifosi, è il calcio. Abbiamo fatto errori, ma non per quanto riguarda il modulo”.

Il centrocampista Gianluca Carpani: “ho dato tutto e sono molto contento della prestazione e per la classifica. Abbiamo fatto una partita con la mentalità giusta, seguendo i consigli del mister. Oggi dovevamo portare a casa i tre punti e ce l’abbiamo fatta. Adesso ci aspetta L’Aquila, che sta attraversando un ottimo momento.  Quando il mister mi chiama in causa, io sono sempre pronto. Posso giocare tranquillamente anche nel centrocampo a tre. Dedico i gol a mio fratello Raffaele e ai miei nonni, Antonietta e Gino”.

L’esterno Mattia Mustacchio: ” mi sono trovato subito la palla e ho tirato, ho avuto un ottimo assist sul primo gol.  La scorsa è stata una giornata storta, fa parte del calcio, ma oggi è andata bene. Oggi siamo stati più incisivi e abbiamo avuto più fortuna ed è di buon auspicio. Perez e Altinier sono diversi ma anche simili, per fortuna sono tutti e due molto forti. Tutte le partite sono importanti, adesso non possiamo più sbagliare con nessuno. Le dobbiamo affrontare tutte con la stessa cattiveria e la voglia di vincere. Ringrazio la mia fidanzata e i miei genitori. Ho avuto un problema muscolare che i fisioterapisti hanno risolto velocemente.”

Mister Mario Petrone: “è andata bene all’80%, l’altro 20% erano gol evitabilissimi. Buona prestazione, ma dobbiamo già guardare a domani e vedere come sta Avogadri, che è acciaccato. Bisogna essere sempre concentrati. Questo è un gruppo sano, di ottime persone e stiamo raccogliendo ciò che di buono abbiamo coltivato. La squadra ha tenuto benissimo e c’è stata anche una sana dose di cinismo, che serviva. Cercate giocate che abbiamo provato in questi giorni le abbiamo realizzate. Paradossalmente abbiamo avuto più occasioni nella partita contro il Teramo. Per i rinforzi, prima arrivano, meglio è. Siamo ridotti all’osso.  Carpani sa benissimo come muoversi anche nel centrocampo a tre. Non dobbiamo concedere spazio agli avversari, non bisogna mai rilassarsi. Io credo nella meritocrazia e va in campo il giocatore che ha il massimo della forma.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 236 volte, 1 oggi)