ASCOLI PICENO – Non un mero omaggio alla cultura classica, né uno sterile lamento fine a se stesso, la notte bianca del liceo classico, evento contemporaneo previsto il 16 gennaio in più di 60 istituti italiani, vuole essere un grido d’allarme contro l’impoverimento degli studi classici messi a dura prova, oltre che dal fisiologico calo delle iscrizioni, anche dalla riforma Gelmini, da quest’anno a pieno regime.

La serata è stata caratterizzata da più attività simultanee dislocate nei diversi spazi della scuola: rappresentazioni teatrali, mostre fotografiche, letture animate , performance, concerti, letture di poesie, conferenze dibattiti, presentazioni di volumi e anche degustazione di prodotti tipici. Iniziative che hanno avuto un ottimo riscontro in termini di partecipazione e interesse manifestato.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 431 volte, 1 oggi)