ASCOLI PICENO –  Dopo la pesante sconfitta, l’Ascoli cerca il riscatto nel match casalingo di domenica contro il Tuttocuoio. Abbiamo intervistato l’attaccante bianconero, Cristian Altinier

Come spieghi il pesante crollo che ha seguito l’ultima partita casalinga, vinta in maniera schiacciante ?

“Ogni partita è una storia a se, l’avversario era decisamente più complicato. L’Aquila gioca molto diversamente a seconda se è impegnata in casa o in trasferta. Noi sicuramente abbiamo reso meno del solito. Ma abbiamo analizzato gli errori commesi e stiamo lavorando per superarli. Ritengo che fino al primo gol, abbiamo tenuto testa al nostro avversario. Sicuramente i due gol ci hanno tagliato le gambe e i due gol ti mettono in una situazione psicologica certamente invalidante. Quando vai sotto così, è difficile riprendersi.”

– Siete attesi ad un pronto riscatto, contro il Tuttocuoio

– “Anche loro avranno i loro stimoli. Devono riprendersi anche sotto il profilo del morale. Erano partiti bene, ma poi hanno avuto una flessione  nei risultati. Ma anche noi, dopo il ko aquilano, dobbiamo fare assolutamente risultato per mantenere la prima posizione”.

– Quale ritieni l’avversario più pericoloso per i bianconeri?

– ” Credo che alla fine ce la giocheremo con tutte quelle che ci sono vicine: Pisa, L’Aquila, Reggiana su tutte. Attrezzate per andare in serie B. Ma alla fine servirà continuità, che ritengo la qualità determinante. Inizalmente avevo indicato il Pisa come la squadra da battere, con una rosa di primo livello, ma anche loro hanno avuto le loro difficoltà. Staremo a vedere”.

–  Ad un pubblico così caloroso, che vi è sempre vicino, cosa ti senti di dire in questo momento?

– ” La tifoseria bianconera è la migliore. Per noi è un grande onore avere un pubblico così numeroso e che ti incita anche quando stai perdendo.  Per noi è sicuramente un’arma in più e che dobiamo sfruttare”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 168 volte, 1 oggi)