ASCOLI PICENO – Le imprese artigiane picene potranno avere un costo dimezzato se vorranno essere presenti a Milano durante l’Expo 2015 e poi convogliare verso il Piceno i visitatori. Il costo per gli associati (si parla di circa 400 aziende Cna sul territorio nazionale) varierà da 1.000 a 1.200 euro, circa il 50% in meno rispetto agli standard previsti all’Expo.

L’0biettivo è appunto che le Marche e il Piceno diventino luogo attrattivo del flusso dei visitatori: questo è stato esposto in un incontro con la stampa dal presidente della Cna picena Luigi Passaretti e dal direttore Francesco Balloni. Essendo un tema portante dell’Expo “Nutrire il Pianeta”, la Cna punta ad allargare il concetto alle peculiarità produttive marchigiane, dal mobile alla moda e al legno, dall’innovazione nella meccanica alle start up innovative.

Nel Piceno in particolare si punta sull’agroalimentare e sul prodotto tipico come elemento di traino. Lo si evince chiaramente dagli ultimi dati elaborati dal Centro studi di Unionacamere Marche riguardo le aspettative degli imprenditori per la fine del 2014 e per l’avvio del 2015.

In un’intervista a campione, realizzata dal Centro studi, il 27 per cento delle imprese del Piceno ha chiuso con un calo della produzione, mentre il 47 per cento resta sui livelli attuali. Solo il 27 per cento presume un aumento dei volumi fra l’ultimo trimestre 2014 e il primo 2015. E fra questo 27 per cento che “pensa positivo”, oltre la metà è costituto da aziende che operano nel settore agroalimentare e che fra il 2012 e il 2014 hanno ampliato o avviato azioni di internazionalizzazione dei loro prodotti. Stesso discorso per il fatturato.

Fra luglio e ottobre 2014 l’industria manifatturiera del Piceno ha perso – rispetto allo stesso periodo del 2013 – l’1,6 per cento di fatturato e l’1,9 per cento di ordinativi. Segno positivo, risicatissimo, solo per il settore dei servizi e cura alla persona (più 0,2 per cento). Unico segno positivo rimarcato (più 0,7 per cento) ancora e solo per il settore agroalimentare.

La Cna di Ascoli, insieme alla Cna regionale e alla Regione Marche sarà presente sia all’ interno del Padiglione Italia sia all’interno dello spazio a rotazione dedicato alle Regioni (dal 28 maggio all’ 11 giugno). Inoltre sarà presente per l’intera durata dell’Expo al progetto Fuori Expo 2015, con l’utilizzo degli spazi dello Showroom Elica di Milano, dove sono previsti 5 presidi territoriali del “Fuori Expo Marche”. L’obiettivo è quello di promuovere il territorio marchigiano dal punto di vista turistico, di promuovere le imprese marchigiane e di rilanciare l’economia regionale, al fine di valorizzare le nostre vocazioni ed eccellenze produttive.

Nel territorio marchigiano verranno aperti dei presidi permanenti per l’intera durata dell’Expo al fine di promuovere il territorio, le imprese ed i loro prodotti. I presidi saranno a Pesaro per il Mobile, a Jesi per la Meccanica, a Civitanova Marche per Contract e Abitare, a Porto Sant’Elpidio per Moda e Calzature ed a San Benedetto del Tronto per l’Agroalimentare ed Agroindustriale.

Gli interessati possono contattare per info i nostri uffici di Ascoli Piceno (0736.42176) e San Benedetto del Tronto (0735.658948)

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 258 volte, 1 oggi)