OFFIDA – Anche per la chiusura del carnevale gli offidani si concedono un evento scintillante. Il 17 febbraio tornano i V’Lurd, che verranno accesi al calar della sera e sfileranno per tutto il borgo storico. La manifestazione terminerà con un grande falò in Piazza del Popolo. Il Martedì Grasso è famoso anche per la festa in piazza che, dalle prime ore del pomeriggio, sarà animata da tutti i gruppi mascherati e le Congreghe storiche.

Un po’ di storia. V’Lurd è una locuzione dialettale derivante dal vocabolo bigurdo o bigordo o begordo con cui nel medioevo, si indicava una giostra cavalleresca, che, in occasione di importanti festeggiamenti, si svolgeva nelle strade dei castelli. Il nome dato alla giostra era behort’ in francese o behurt’ in tedesco. Al calar della sera, poi, la manifestazione era illuminata dalle fiamme dei fasci di canne accesi, che, in senso traslato, vennero chiamati con lo stesso nome dato alla giostra. Nel linguaggio moderno, col nome di bagordo è sinonimo di gozzoviglia, baldoria, con cui si concludevano, quasi sempre, quelle manifestazioni paesane (fonte Inoffida, sito curato da coordinatore del Carnevale Storico, Luciano Casali).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 257 volte, 1 oggi)