ASCOLI PICENO – Mattia Mustacchio ha parlato con la stampa e ha commentato la sconfitta di domenica scorsa a Prato.

“E’ stata sicuramente una brutta partita, però noi siamo una squadra di carattere e dobbiamo analizzare a fondo dove abbiamo sbagliato. Da adesso in poi non possiamo più fallire. Abbiamo davanti tante finali”.

In merito alla sua posizione in campo, “MM7” sottolinea che “la mia posizione in campo può anche essere d’attacco, non ho problemi a giocare di punta”.

Sono tante le squadre che sono a ridosso dell’Ascoli, insieme al Teramo: “non dobbiamo farci condizionare dagli altri. Noi guardiamo solo a noi stessi. Le finali che abbiamo davanti sono da stimolo per fare bene.  Sui motivi del blackout in terra toscana, l’esterno bianconero evidenzia “i tanti infortuni che ci hanno penalizzato, ma il gruppo è forte. Contiamo molto anche su chi ha giocato poco: sono tutti preziosi e indispensabili. Abbiamo fiducia in tutti. Abbiamo pagato caramente i nostri errori, ma il nostro obiettivom è importante e di questo ne siamo ben consapevoli.

Il prossimo avversario sarà il Savona di mister Aloisi: ” lo affronteremo come tutte le altre gare, la loro posizione in classifica non conta. Tutti vogliono fare punti e tocca a noi non inciampare più.”

Proprio ieri c’è stato un faccia a faccia tra squadra e tifosi. Mustacchio ci dice che “i tifosi ci hanno detto che sono dalla nostra parte. Noi dobbiamo assolutamente dimostrare che siamo una squadra che ha fame. Non è possibile che solo le altre squadre facciano sempre la partita della vita. Noi siamo l’Ascoli e non possiamo fallire”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 179 volte, 1 oggi)