FOLIGNANO – Che gli vai a dire? Lui ti scrive insulti su Facebook e, alla richiesta di scuse, ci mette il carico: “Mi dispiace per le pecore e per gli acchiappagalline perché sia gli uni che gli altri hanno più dignità e umiltà di questi signori”.

Ohibò.

Stia tranquillo, vicesindaco di Folignano Samuele D’Ottavio. Abbiamo molto rispetto per le pecore e gli “acchiappagalline”. Siamo umili e, speriamo, degni, e appunto per questo le consigliamo di non eccedere negli impeti incontrollati. Le figuracce, poi, restano. Noi, almeno, tentiamo di dirglielo, che chi le è vicino difficilmente lo farà.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 687 volte, 1 oggi)