ASCOLI PICENO –  Il direttore Gianni Lovato: ” era previsto che sarebbe stato faticoso. Sapevamo che la partita non sarebbe stata bella. Qualità minore nel primo tempo.  Era importante fare risultato. Nervosi perchè arriviamo da una sconfitta pesante.  Nelle ultime 5 gare, ne abbiamo vinte 4. Non siamo stati brillanti, però abbiamo valori importanti di tutta la squadra. Rientreranno tutti gli infortunati e vogliamo stare ancora davanti. Prima della pausa abbiamo avuto momenti migliori. In casa siamo decisamente più brillanti. A Pisa voglio vedere una squadra tosta. Oggi abbiamo comunque costruito tanto.

Mister Aloisi:  ” da rivedere il gol annullato.  Abbiamo avuto un buon atteggiamento, sono fiducioso sulla mia squadra. Mi fa piacere ricevere un coro dalla curva bianconera, forse sono riuscito a lasciare qualcosa nel cuore dei tifosi. L’Ascoli è comunque molto forte. Dovevamo fare la prestazione perfetta. Ci siamo distratti dieci secondi e ci hannno punito. Questo è un campionato equilibrato, bisogna fare attenzione, c’è una lotta agguerrita. In società ci sono situazioni non positive. Noi dobbiamo solo fare il nostro lavoro fino in fondo“.

Pietro Tripoli: ” avevo paura di infortunarmi nuovamente. L’importante era il risultato, personalmente dovevo mettere minuti sulle gambe.  La forza di un giocatore è anche quella di superare le difficoltà. Secondo me la squadra ha risposto benissimo, non dovevamo subire gol ed è andata così. Chi gioca contro di noi ha sempre mille motivazioni,  erano fondamentali i tre punti. Meglio di così non poteva andare. Adesso ci aspetta una gara a se, contro il Pisa, le motivazioni non mancano.”

Mister Petrone: ” i ragazzi  hanno superato la prova di oggi.  Prestazione che sotto certi aspetti è stata importante. Recuperare giocatori con ruoli specifici era fondamentale. Atteggiamento positivo anche dal punto di vista del possesso palla. Il segreto del calcio è anche questo, mantenere il pallino del gioco. Abbiamo messo in campo un ottimo spirito, giusto per la situazione.  E’ stato difficile gestire la squadra con così tanti problemi fisici. Chiricò ancora deve essere valutato per il rientro. Abbiamo problemi nell’allenarci sul sintetico e l’altro campo è un pantano. Dobbiamo risolvere anche questa situazione. Il Pisa è l’unico organico costruito per giocare la B in Lega Pro. Andremo in Toscana per dire la nostra. Recuperiamo le notre risorse umane.Mustacchio si è fatto trovare al posto giusto al momento giusto. Non dobbiamo mai volere il male degli altri, guardiamo a noi stessi”.

Infine il neo Under 20 Cristian Dell’Orco: ” abbiamo spinto molto oggi, come aveva suggerito anche il mister. Il loro portiere è stato bravo, ma l’importante era vincere. Nelle ultime partite forse è mancato il gioco, ma oggi noi eravamo tutti in attacco, anche se gli spazi erano vuoti e abbiamo meritato la vittoria. Andiamo a Pisa a giocarcela  a viso aperto”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 275 volte, 1 oggi)