ASCOLI PICENO – Una straordinaria partecipazione e interesse hanno caratterizzato l’incontro promosso dalla Provincia e dal Coni, svoltosi nella mattina del 21 febbraio nella Sala Consiliare di palazzo San Filippo. Hanno, infatti, partecipato oltre i due terzi degli amministratori dei 33 Comuni del Piceno e numerosi  rappresentanti del mondo dello sport professionistico e dilettantistico locale. Una vera e propria giornata di informazione al servizio degli Enti Locali e le associazioni sportive per fare il punto insieme sugli strumenti di finanziamento del settore e l’organizzazione sanitaria regionale delle attività sportive agonistiche e non.

Il Presidente della Provincia Paolo D’Erasmo e la Consigliera Provinciale Valentina Bellini hanno espresso grande soddisfazione: “Per questo metodo partecipativo che coinvolge in sinergia i protagonisti del territorio creando filiere incisive di collaborazione e progettualità sullo sport, risorsa anche in campo economico: nelle Marche ci sono infatti oltre 5400 società sportive e dal turismo sportivo proviene ben il 10% del Pil complessivo Paese in campo turistico. La Provincia, anche in questa difficile fase di riorganizzazione istituzionale, intende essere punto di riferimento per il territorio in tutte le competenze che ancora esercita comprese quelle nella cultura, sport e accoglienza turistica”.

“Proprio sul tema sport e turismo – ha dichiarato il Presidente D’Erasmo  –  incontreremo con il Presidente regionale del Coni Fabio Sturani gli operatori del settore del territorio per individuare opportunità e strategie comuni.”

Francesco Marocchi, referente dell’Istituto Credito Sportivo Marche ha illustrato nei dettagli tecnici l’iniziativa  “Mille cantieri per lo sport” che mette a disposizione a livello nazionale mutui tasso zero per un totale di 150 milioni di euro più 44 milioni di abbattimento degli interessi, destinati a 500 spazi sportivi scolastici e a 500 impianti sportivi di base pubblici e privati. Serafino Salvi e Sergio Scalia hanno parlato della medicina sportiva, in particolare delle visite d’idoneità sportiva gratuite per gli under 18, della prevenzione del doping, della necessità di potenziare la formazione nell’uso dei defibrillatori e della possibilità, sperimentata con successo in altre regioni, della prescrizione medica di pratica sportiva come terapia a basso costo sanitario, ma efficacissima contro importanti patologie croniche.

Ai lavori è intervenuto il Presidente del Coni Regionale Fabio Sturani che ha annunciato: “L’intenzione è completare a breve un censimento, già avviato, di tutte le infrastrutture sportive esistenti nella Regione Marche, una mappatura da mettere a disposizione degli enti locali e utilizzare per costruire una sorta di piano regolatore di Area Vasta per l’impiantistica sportiva razionalizzando esigenze ed interventi”. Sturani ha anche sollecitato la Regione: “Ripristinare i contributi per le associazioni sportive che, fra mille difficoltà, portano avanti con impegno e passione la missione di promozione dello sport a tutti i livelli”.

Sono stati anche premiati 5 Comuni per aver favorito la pratica sportiva. “Ascoli Piceno – ha affermato il Delegato provinciale Coni Armando De Vincentis – si è distinta come Città Europea dello Sport promuovendo importanti manifestazioni come il Campionato del Mondo di Pattinaggio, San Benedetto del Tronto ha realizzato un campo di rugby d’eccellenza e importanti attività di promozione, Offida ha organizzato con efficacia il torneo internazionale di Pallavolo e altre incisive attività, Grottammare si è posta in evidenza  per l’organizzazione dei Campionati italiani di Marcia e Cupra Marittima per il miglioramento dell’impiantistica sportiva e la realizzazione di campi in erba sintetica”.  Il riuscito incontro si è concluso con la consegna delle nuove bandiere del Coni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 103 volte, 1 oggi)