ASCOLI PICENO –  E’ stata una giornata memorabile per i ragazzi del progetto “Un mondo nuovo da raccontare” che  hanno concluso il corso visitando le redazioni di TV2000/radioInBlu e partecipando al programma RAI del vescovo di Ascoli Giovanni D’Ercole “Sulla via di Damasco”.

Nella mattinata i sessanta partecipanti sono stati accolti dal direttore dell’emittente della Cei Paolo Ruffini e dal vice direttore Alessandro Sortino, ex Iene e autore di La7, che ha illustrato nello studio televisivo principale il “dietro le quinte” di una trasmissione. Alcune ragazze sono anche state ospiti del programma radiofonico in diretta nazionale “Mattinata InBlu” condotto da Daniela Lami raccontando il percorso vissuto durante il progetto promosso dall’associazione di volontariato “InterMedia” insieme alla fondazione Carisap.

Nel pomeriggio, tutto il gruppo si è spostato nella sede RAI di via Teulada dove, oltre a visitare gli studi da cui vanno in onda programmi del calibro di “Porta a porta”, “La vita in diretta”, “Affari tuoi”…, sono stati protagonisti nella registrazione della puntata del programma “Sulla via di Damasco” che verrà trasmessa sabato 28 febbraio alle ore 8.50 su Rai2.

In particolare, sabato saranno trasmessi alcuni dei video realizzati dai ragazzi sotto la guida attenta del docente Raffaele Rago e del giornalista e ideatore del progetto Lanfranco Norcini Pala: quello sulla realtà dei volontari che operano nel carcere di Marino del Tronto, quello sul consorzio cooperative “Il Picchio”, quello sull’attività antidegrado svolta dai volontari dell’associazione “Ascoli Da Vivere” e quello sull’oratorio di San Luca di Villa Pigna. Nel corso della puntata, il vescovo ha poi affrontato con i ragazzi tematiche relative al tema della trasmissione “Costruiamo un mondo migliore”.

​Il progetto “Un mondo nuovo da raccontare” è rivolto a studenti delle classi del triennio degli Istituti Secondari di II grado della Provincia di Ascoli Piceno ed ha l’obiettivo di aumentare la consapevolezza dei giovani sui temi trattati ogni giorno dai mass media attraverso la conoscenza delle regole e dei meccanismi che oggi portano alla produzione di informazione. Il corso, di tipo teorico pratico, ha anche l’obiettivo finale di portare all’onore delle cronache, attraverso gli strumenti della carta stampata, della radio e del video, quelle realtà del terzo settore che tanto fanno per la comunità pur rimanendo nell’ombra.

​“Un mondo nuovo da raccontare” è promosso dall’associazione Intermedia, che riunisce i volontari che operano all’interno di Radio Ascoli, del periodico diocesano “La Vita Picena” e dell’ufficio comunicazioni sociali della Diocesi, insieme alla fondazione Carisap.

Ad ottobre partirà il quinto modulo del progetto, nel corso del quale saranno raccontate, attraverso la realizzazione di videoservizi, altre realtà positive del territorio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 152 volte, 1 oggi)