Alla vigilia della delicata sfida contro il Pisa mister Petrone si aspetta una prova di maturità:”In questa settimana abbiamo preparato la partita come sempre da un punto di vista tecnico e tattico, mentre sotto l’aspetto fisico valuteremo tutto domattina nel corso del risveglio muscolare. La squadra ha lavorato con serenità, ma con la consapevolezza che si tratta di una sfida di cartello, quindi con la giusta determinazione. Il Pisa ha un gruppo esperto, costruito per la B e che non risentirà dell’assenza di Braglia. Dai miei ragazzi mi aspetto una prova di maturità: se per il Pisa è la sfida da dentro o fuori, per noi è la gara che ci dà la possibilità di  schiacciargli la testa”.

Sono 22 i bianconeri convocati da Mister Petrone per la sfida di domani sera con il Pisa: Addae, Altinier, Altobelli, Avogadri, Barison, Berrettoni, Carpani, Chiricò, Cinaglia, Cristiano Rossi, Dell’Orco, Giovannini, Grassi, Gualdi, Lanni, Mengoni, Nardini, Pelagatti, Perez, Pirrone, Ragni, Tripoli. Indisponibili: Mori, Mustacchio.

Probabile formazione:  ASCOLI (4-2-3-1): Lanni; Avogadri, Cinaglia, Pelagatti, Dell’Orco; Pirrone, Addae; Nardini, Berrettoni, Tripoli; Perez.

La classifica parla chiaro, Ascoli 50, Pisa 44 e tra le due formazioni Teramo e Reggiana che tengono il passo, quello di domani sarà uno dei big match di questo girone B di Lega Pro e i bianconeri non devono assolutamente dare passi falsi per non rischiare ancora. Mustacchio e Mori non saranno a disposizione di mister Petrone ma la novità di giornata è il tanto atteso ritorno di Mino Chirichò. Il laterale salentino torna così dopo due mesi a disposizione, dopo aver incantato staff e tifosi nei primi mesi della sua permanenza ad Ascoli.

 

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 182 volte, 1 oggi)