ASCOLI PICENO –  Alle 22 di ieri si sono chiusi i seggi per le primarie 2015 del centrosinistra per la scelta del candidato governatore per le elezioni del prossimo maggio. Sarò Luca Ceriscioli a guidare la coalizione per la prossima competizione elettorale di maggio.

Il dato provinciale vede prevalere  Luca Ceriscioli con il 53% contro il 45 di Pietro Marcolini. Ad Ascoli città  però c’è una prevalenza dell’attuale assessore alla cultura regionale con 1169 voti contro i 981 di Ceriscioli.

Alcuni esponenti del Pd hanno criticato aspramente la presenza di alcuni esponenti di centrodestra, che avrebbero partecipato alle primarie. Il capogruppo in Consiglio Comunale, Francesco Ameli commenta: ” quello che si è visto offende le tante persone di buona volontà che vogliono confrontarsi su progetti politici. Dai seggi sono state allontanate diverse persone facenti parte di schieramenti che alle ultime comunali hanno sostenuto Guido Castelli.

Tornando ai risultati, ad Offida, plebiscito per l’ex sindaco di Pesaro con il 90% dei consensi. Anche a  Castorano, Colli, Folignano vittoria per il pesarese.

A San Benedetto vince Ceriscioli, così come a Fermo.  Marcolini prevale nell’anconetano e nel maceratese.

L’affluenza al voto ha visto la partecipazione di circa 40mila elettori, come risulta dai dati forniti dal Pd. Così commenta il segretario regionale, Francesco Comi: “quella che ci consegna questa giornata è una grande vittoria, dei cittadini e delle forze politiche del centrosinistra. Oltre quarantamila mila votanti in una regione con un milione e mezzo di abitanti è un dato straordinario e unico a livello nazionale. Basti pensare che in Emilia-Romagna, regione con una popolazione di quattro milioni e mezzo di persone, alle primarie di settembre l’affluenza alle urne non ha superato i cinquantacinquemila elettori. Siamo felicissimi. È una grande vittoria.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 354 volte, 1 oggi)