ASCOLI PICENO –  Il comitato piceno per Ceriscioli ha voluto commentare il risultato delle primarie di ieri.

Il presidente del comitato, Matteo Terrani “ringrazia tutti quelli che hanno partecipato, offrendo il loro contributo: soprattutto i volontari che hanno lavorato per il partito. Abbiamo lavorato tutti insieme per un progetto che ha coinvolto i territori. Abbiamo vinto contro un avversario validissimo e contro un pezzo importante del partito che ha scelto un’altra candidatura. Abbiamo notato, però, gruppi di interesse organizzati che hanno partecipato al voto. La battaglia più importante arriva adesso. Uniamoci per far vincere Luca Ceriscioli. C’è bisogno di ridare dignità al Piceno. Il nostro territorio sta subendo una perdita impressionante di tanti posti di lavoro, ma siamo convinti che si debba aprire una stagione di cambiamenti e di riforme”.

Il capogruppo in Consiglio Comunale del Pd, Francesco Ameli ricorda che ” è aumentato il numero dei votanti rispetto alle primarie 2014. Ci siamo confrontati con la città. Putroppo la destra e l’attuale sindaco di Ascoli hanno cercato di mettere lo zampino anche nelle nostre primarie, bisogna smetterla. Un conto è voler cambiare idea, un altro è quello di distruggere un progetto che non è il proprio.

Il consigliere provinciale Stefano Novelli analizza il voto sulla fascia costiera: “sia San Benedetto che Grottammare hanno portato un risultato importante per Ceriscioli. Encomiabile il lavoro dei nostri volontari. Il ruolo del Pd sarà ancora più centrale nella prossima Giunta regionale”.

Il segretario cittadino democrat, Massimo Gaspari pone invece l’accento sui presunti elettori di centrodestra che avrebbero partecipato al voto di ieri. ” Abbiamo dovuto combattere contro un movimento trasversale riconducibile alla destra che fa capo al sindaco Castelli, al quale ricordo che ci sono problemi ben più gravi da affrontare. Si occupi della città, non del Pd. Voglio esprimere solidarietà ai lavoratori della Prysmian.

Anche il giovane sindaco di Castorano, Daniel Ficcadenti interviene spiegando che “Marcolini si chieda perchè tutti i sindaci si sono schierati con Ceriscioli. E’ un forte segnale di cambiamento. Adesso vinciamo le elezioni di maggio”.

Infine, il segretario provinciale, Antimo Di Francesco, attraverso una nota commenta il voto di ieri: ” Una straordinaria partecipazione che va ben oltre le aspettative, una grande festa di democrazia.Un ringraziamento sentito a tutti i volontari e le volontarie che con spirito di servizio hanno permesso anche in questa occasione di svolgere questo importante evento democratico. Adesso è necessario costruire il programma di cambiamento, si apre una nuova stagione nel solco del rinnovamento con il candidato Presidente Luca Ceriscioli che saprà realizzare un nuovo progetto di futuro in grado di dare immediate e risolutive risposte ai molteplici e gravi problemi che afflliggono il territorio rilanciando sui contenuti e indicando soluzioni concrete, mettendo in campo una rinnovata progettualità.”

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 520 volte, 1 oggi)