ASCOLI PICENO- Anche nel ruolo di “assist man”, Riccardo Nardini non si scompone. “Fa parte delle mie caratteristiche fare anche assist. E’ bello aiutare i compagni.”

“Adesso inizia la fase difficile, ma tutti sanno che facciamo sul serio. Se ripeteremo la prestazione di Pis, sarà difficile recuperare. Dopo un mese di lavoro, inizio a conoscere i compagni.”

Sul prezioso passaggio a Perez, Nardini ci dice che “so che lui va spesso in profondità e ci ho provato. Direi che è andata molto bene. Nemmeno i toscani si aspettavano questo nostro atteggiamento, ma penso che il campionato è ancora lungo e difficoltoso. Anche la prossima gara contro la Lucchese sarà giocata al massimo.”

Sulla tifoseria bianconera, Nardini è categorico: “non è retorico, la nostra è una tifoseria unica,è un’atma fondamentale, ci danno una grande mano.

L’esterno bianconero convintamente sostiene che”siamo consapevoli che non dobbiamo abbassare mai la guardia, mai rilassarsi. Solo noi siamo artefici del nostro destino”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 121 volte, 1 oggi)