ASCOLI PICENO – Il segretario provinciale del Pd, Antimo Di Francesco soddisfatto dall’esito delle primarie di domenica: “ringrazio i volontari che hanno permesso questo importante evento. La Provincia di Ascoli ha risposto benissimo, con 9450 elettori che hanno partecipato al voto democratico, secondi solo a Pesaro. Grande prova di dmeocrazia e segno di consenso e vicinanza al nostro partito. Siamo credibili e anche il nostro progetto lo è. I cittadini si sentono protagonisti di un percorso di cambiamento incarnato da Luca Ceriscoli, un ottimo amministratore che saprà interpretare questo nuovo clima. E’ necessaria una ridefinizione dell’identità della nostra regione  e la nostra provincia deve tornare protagonista. Abbiamo sfide importanti da affrontare: lavoro, sanità e infrastrutture su tutte.”

Secondo il segretario, ”  i circoli sono una struttura portante del partito con i nostri iscritti che indicheranno i candidati. Domenica 22 marzo ci sarà l’Assemblra provinciale che designerà i nomi per la lista del Pd, due uomini e due donne”.

La responsabile organizzativa del partito, Anna Casini sottolinea che “ci è stata chiesta attenzione per il Piceno e noi dobbiamo portare a termine il compito”

Lucio D’Angelo, sempre della segreteria provinciale sottolinea  che “non ci si aspettava tale partecipazione. Abbiamo dovuto ristampare altre 4mila schede perchè non sono bastate. I migliori risultati ad Offida e Montedinove. La macchina organizzativa ha funzionato alla perfezione e abbiamo consegnato tutti i risultati prima di Ancona.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 290 volte, 1 oggi)