ASCOLI PICENO –  Dopo la pesante giornata di ieri, la zona dell’ Ascolano cerca di ritornare alla normalità anche se in tutta la zona, così come nel vicino teramano,  un forte vento che disturba la circolazione stradale.

Intanto, il Presidente della Provincia Paolo D’Erasmo, di comune accordo con i sindaci del Piceno, ha chiesto alla Regione Marche di intervenire con urgenza presso la Presidenza del Consiglio del Ministri – Dipartimento di Protezione Civile, al fine di ottenere la dichiarazione dello stato di emergenza per tutto il territorio provinciale, in conseguenza dei gravissimi danni provocati dagli eccezionali eventi meteorologici degli ultimi tre giorni.

Le copiose nevicate nelle zone interne e le forti precipitazioni piovose e raffiche di vento, che hanno flagellato la costa e le prime aree collinari, hanno infatti determinato una situazione di estrema criticità diffusa con pesantissime ripercussioni sull’intera rete viaria colpita in diversi tratti da frane, smottamenti, allagamenti. Si sono anche verificati intensi fenomeni erosivi lungo la costa, con danni alle strutture e agli impianti produttivi agricoli, industriali e turistici della provincia e non pochi disagi alla cittadinanza.

Sulla  strada Salaria in località Brecciarolo, una frana ha bloccato il passaggio stradale. Il traffico è interrotto in direzione di Ascoli e al momento si viaggia in una sola direzione.

Nella giornata di ieri, la corrente elettrica è saltata diverse volte. Alcuni black out hanno colpito il capoluogo. Intorno alle 19, ne è stato afflitto il Centro storico.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 134 volte, 1 oggi)