ASCOLI PICENO – Cesare Brandi, storico dell’arte, così definì la città: “..sicuramente Ascoli, non se ne dolga Urbino; è la più bella città delle Marche, una delle più belle d’Italia”

Il visitatore arrivando ad Ascoli, potrà apprezzare le preziose testimonianze di suggestive espressioni artistiche e architettoniche che si trovano immerse nel contesto urbano o presso le strutture museali.

I Musei Civici presentano un programma ricco di eventi e laboratori per adulti e bambini da marzo a giugno p.v per scoprire o approfondire il patrimonio artistico e storico-culturale della città.

Si possono scegliere itinerari guidati, nei vari musei o in percorsi urbani, che mostrano piazze, chiese ed edifici delle epoche storiche che si sono avvicendate, dall’età romana, al Medioevo, al Rinascimento.

Molte sono le prenotazioni da parte di scuole e gruppi organizzati provenienti non solo dalla Regione Marche, ma anche dal resto d’Italia.

Il programma prevede varie iniziative dislocate lungo il circuito museale.

Il Forte Malatesta ospita la mostra “Fabula picta” dell’artista Ruggero Savinio coinvolgendo anche i bambini nella giornata di laboratorio “realizza la tua fabula picta”.

Per gli estimatori di Giorgio Morandi, uno tra i maggiori incisori del Novecento, sarà organizzata la giornata “ Da Morandi a Pericoli: incidiamo l’arte” con visita alla Galleria d’Arte Contemporanea “O. Licini” cui farà seguito la realizzazione di un’opera ad incisione.

Due figure di rilievo nel panorama artistico del Novecento: Morandi, compagno di corso di Osvaldo Licini, apprezzato per le sue opere di incisione e per i suoi dipinti in cui ritrae maggiormente oggetti usuali quali vasi, bottiglie e fiori; Tullio Pericoli pittore locale (Colli del Tronto) stimato per i suoi acquerelli e dipinti sul tema del paesaggio disegnando, inoltre, scene e costumi per diverse opere teatrali.

In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua (22 marzo) la Cartiera Papale con la collaborazione dell’Istituto Tecnico “Mazzocchi” ad indirizzo Biotecnologico, presentano installazioni video e postazioni esperenziali legate al tema dell’acqua e laboratori intorno al mondo dell’acqua e della carta rivolti ai bambini.

Una giornata (16 maggio) sarà dedicata ai Musei che prolungheranno l’apertura fino alle ore 24.00 e nel corso della quale, i bambini saranno coinvolti in una misteriosa storia animata per scoprire “Chi ha ucciso il temibile Galeotto?” tra le mura della sua fortezza…

Il , tradizione prestigiosa della città, organizza una serie di incontri con laboratori per bambini dai 6 ai 12 anni che potranno sperimentare tecniche e decorare i loro manufatti esponendoli poi al chiostro di San Tommaso.

Queste sono solo alcune delle iniziative che i Musei Civici offriranno ai visitatori per far conoscere il patrimonio artistico della città.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 209 volte, 1 oggi)