Si è svolta a Loreto il 1° marzo 2015 l’ Assemblea regionale dell’Associazione, delle Associazioni specifiche e dei Servizi delle Acli marchigiane sul tema: “Il coraggio di cambiare. Con le Acli per una nuova partecipazione”.

L’Assemblea è stata aperta da una relazione del presidente regionale Francesco Baldoni che non si è limitato a leggere l’evoluzione del complesso “sistema Acli”, fatto appunto di Circoli, Associazioni specifiche e Servizi, sulla base degli incoraggianti dati statistici degli ultimi anni, ma ha richiamato anche i temi che sono poi stati discussi in tre gruppi di lavoro: Quali cambiamenti introdurre per rispondere meglio ai nuovi bisogni emersi dalla società italiana? Quale azione sociale promuovere di fronte a tali bisogni? Infine: Come integrare sempre più l’Associazione con i tre più importanti Servizi promossi dalle Acli, cioè il Patronato, il Centro di Assistenza fiscale e il Punto Famiglia?

Dopo la presentazione dei risultati emersi dalla discussione nei lavori di gruppo, ha chiuso l’incontro Paola Villa, responsabile della Funzione Innovazione e Progettazione sociale delle Acli nazionali.

Secondo Paola Villa oggi nelle Acli è necessario un cambiamento che richiede coraggio. Ovviamente occorre cambiare senza snaturare e non è facile trovare il giusto equilibrio tra queste due esigenze. Oggi servono Acli significative per le persone che incontriamo, ma anche capaci di incidere sui gravi problemi sociali dell’attuale momento storico. Parafrasando quanto detto da papa Francesco ai dirigenti delle organizzazioni non governative e delle cooperative – ha concluso Paola Villa – è necessario che le Acli diventino strumento per la partecipazione e per il protagonismo dei cittadini, soprattutto di quelli più debol

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 73 volte, 1 oggi)