ASCOLI PICENO – A Roma e Bruxelles arde il fuoco, nel Piceno si gettano gocce d’acqua. Tutti sono solidali coi 113 lavoratori Prysmian, anche Fiorello. Non costa nulla e mette la coscienza a posto.

Io sono solidale coi lavoratori Prysmian, con i ragazzi della mia terra che emigrano, con i disoccupati, i precari, gli imprenditori disperati, almeno dall’aprile 2012. Dal 17 aprile 2012. Ci scrissi pure un articolo.

Nell’aprile 2012 il Parlamento italiano ha sancito in Costituzione il pareggio di bilancio. Quindi lo Stato italiano deve essere in pareggio o in surplus.

Quindi i lavoratori Prysmian, i ragazzi che emigrano, i disoccupati, i precari, gli imprenditori disperati, devono essere in deficit.

Se lo Stato si arricchisce, imprese e famiglie devono impoverirsi.

La solidarietà pelosa, di chi non si interessa agli incendi che divampano a Roma e a Bruxelles e non dice una parolina di contestazione a chi, come Luciano Agostini e Amedeo Ciccanti, hanno votato il pareggio di bilancio (e tanto altro: il pareggio di bilancio è solo un passaggio esplicativo) senza sapere cosa fosse, da chi fosse scritto e suggerito, e chi ne avrebbe pagato le conseguenze, no, per favore.

Risparmiatecela.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 648 volte, 1 oggi)