ASCOLI PICENO –  L’Area Vasta 5 ha due nuovi primari. Si tratta di Luca Cesari, che si occuperà del reparto di Oculistica e  Alfredo Fioroni,  invece di quello di Fisiatria. Entrambi opereranno presso l’Ospedale “Madonna del Soccorso di San Benedetto”, ma si occuperanno, appunto, anche per le attività all’interno dell’Ospedale Mazzoni. Entrambi, stimati professionisti, saranno al lavoro già da subito.

Lo stesso Fioroni, sostiene che “si sta già lavorando per migliorare  l’efficacia clinica e la struttura organizzativa. Farlo su due poli ospedalieri non è facile, ma speriamo di poter coprire tutto il territorio. E’ doveroso valutare le risorse a disposizione. Si inizierà a lavorare per una filiera unica, con il pubblico e il privato uniti per uno scopo comune”.

Luca Cesari vorrebbe un polo oculistico unico d’eccellenza: “c’è da lavorare ancora molto. Dobbiamo attrezzarci ancora per migliorare l’offerta. Stiamo lavorando per entrambe le città. Integriamoci con questi fini. Migliorare gli interventi di glaucoma, cataratta e di trapianto di cornea. Le degenze verranno fatte ad Ascoli”.

Sono le ultime due nomine del direttore dell’Area Vasta, Massimo Del Moro,  per terminare il puzzle della sanità picena. Al momento sono ancora libere alcune caselle, ma sembra che nelle prossime settimane altre nomine arriveranno. Sembra che le prossime riguarderanno Urologia e Otorinolaringoiatria.

Ma non sembrano finire i guai per il direttore Del Moro,che negli ultimi giorni è tornato al centro dell’attenzione. Il capo della sanità picena vede sempre più vacillare il suo incarico, dopo che l’Asur avrebbe annullato il concorso al quale Del Moro partecipò tempo fa. Insomma, una storia che non sembra terminare e, in vista delle prossime regionali, ci saranno altri e ulteriori sviluppi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 945 volte, 1 oggi)