ASCOLI PICENO –  Il prossimo 4 maggio è una data da ricordare per chi possiede un’arma. E’, infatti, il termine ultimo per la presentazione del certificato medico di idoneità al possesso di  un’arma e che non lo ha fatto negli ultimi sei anni. Chi non lo farà, subirà una diffida, pena  la decadenza della licenza e il ritiro della propria arma.

Il dirigente della Polizia Amministrativa e Sociale, Romualdo De Leonardis ha parlato in merito al controllo dei possessori di una pistola o di un fucile nella provincia di Ascoli. “La licenza viene ritirata se si viene colpiti da un provvedimento giudiziario penale, anche un Daspo.” commenta il dirigente . Dai dati, nel territorio piceno e fermano sono state revocate ben 41 licenze.

In totale, sono state censiti 2800 possessori di armi nel solo capoluogo piceno. Snocciolando ancora i dati della Questura, ad Ascoli ci sono ben 2305 possessori di fucili,  di cui 1350 sono per uso sportivo. Nel corso dello scorso anno sono state rottamate ben 112 armi: nel 2013 erano 183.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 868 volte, 1 oggi)