ASCOLI PICENO – Riportiamo e pubblichiamo un comunicato, giunto in redazione, da parte della Cgil Ascoli e delle Rsu:

“La Segreteria, le Rsu e gli iscritti della Funzione Pubblica Cgil Ascoli Piceno, esprimono la più grande solidarietà ai lavoratori della Prysmian e alle loro famiglie, impegnati in queste ore nella lotta e nella protesta per difendere il loro posto di lavoro.

Si invitano a tal proposito le istituzioni ascolane a mettere in campo, oltre a tutto ciò che è nelle loro possibilità e competenza, uno sforzo maggiore per non perdere l’ennesimo ballottaggio occupazionale come verificatosi per altri siti produttivi negli ultimi anni.

La nostra città da anni flagellata dalla crisi, non può permettersi ulteriori concittadini disoccupati.

Occorre dunque oggi più che mai un impegno maggiore dei rappresentanti eletti democraticamente dagli ascolani nella varie  istituzioni del Paese per ridare uno spiraglio di speranza alle famiglie.

Ancora una volta purtroppo a pagare lo strapotere delle multinazionali e gli errori della politica sono sempre e solo i poveri e i deboli.

Oggi la nostra società vive di un troppo alto numero di persone  senza lavoro e senza fiducia nel futuro, con al centro solo il profitto economico invece dell’uomo e della sua dignità.

Dobbiamo invertire la rotta, riportare al centro della nostra società contemporanea la speranza, per ridare serenità alle famiglie della comunità ascolana.

Solo l’unione fa la forza, solo da qui daremo un futuro certo alle nostre giovani generazioni.

Cari lavoratori la funzione pubblica Cgil è al vostro fianco, uniti pubblico e privato possiamo riprenderci il lavoro”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 326 volte, 1 oggi)