ASCOLI PICENO – Il rapporto con il cibo può essere motivo di grande sofferenza quando a colmare un disagio vi è l’inconsapevole necessità di nutrirsi senza controllo.

Il convegno “I disturbi del comportamento alimentare: disidentificazione tra modo di essere e patologia”, tenutosi a Palazzo dei Capitani, ha posto l’attenzione su questo tipo di disturbo del quale si parla con fatica perché ancora troppo sottovalutato.

Organizzato dalla Casa di Cura Villa San Giuseppe, hanno partecipato lo psicologo dell’IAPF(Istituto Abruzzese di Psicoterapia Familiare) Cesario Calcagni, il Dirigente medico psichiatria dipartimento salute mentale di Ascoli Piceno Alessandro Carano, la psichiatra presso il dipartimento di neurosciense cliniche di San Benedetto Menni Giuseppina Diaferia, il tecnico di riabilitazione psichiatrica presso la Casa di cura Villa San Giuseppe Valentina Di Ludovico, il dirigente medico dell’Azienda USL Roma Fabio Salvoretti, una biologa nutrizionista e la ballerina Mary Garret autrice del libro “La verità, vi prego, sulla danza!”.

Un dibattito vivace con partecipazione del pubblico che ha favorito interessanti discussioni sulla tematica dei disturbi alimentari.

Il Sindaco Guido Castelli, presente all’incontro, ha mostrato la sua soddisfazione per questo appuntamento di carattere sociale: “Ascoli sta diventando sempre più un punto di riferimento per quanto riguarda convegni medico-scientifici e siamo fieri di questo aspetto, che potrà consentire alla nostra città di essere visitata sempre di più e di ergersi a luogo ideale per valutazioni e ricerche scientifiche. Ringrazio quindi le suore ospedaliere che prestano la loro opera a Villa San Giuseppe, e che da sempre forniscono un apporto di grande qualità al nostro territorio, estendendone così il perimetro socio-assistenziale”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 111 volte, 1 oggi)