ASCOLI PICENO – Mercoledì 18 marzo circa 400 tra dipendenti della Polizia di Stato delle province di Ascoli Piceno-Fermo e Macerata, unitamente ai propri familiari ed agli appartenenti all’Anps, sono stati ricevuti da Papa Francesco in udienza generale in piazza  San Pietro.

L’incontro è stato organizzato dalla Questura di Ascoli Piceno e Macerata con il contributo fondamentale del  Cappellano della Polizia di Stato Adam Baranski. In totale sono partiti quattro pullman da Ascoli Piceno e due da Macerata alla volta di Roma.

Papa Francesco alle 9 ha iniziato il giro in papa-mobile ed ha visitato tutti i vari settori della piazza gremita dai visitatori. Ha salutato gli ammalati e poi nella sua omelia ha ribadito l’importanza del rispetto dei bambini in tutte le sue sfaccettature.

Al termine degli impegni Papa Francesco  ha incontrato e salutato personalmente tutto il personale della Polizia di Stato in divisa, in particolare ha riservato un affettuoso saluto ai bambini figli dei poliziotti.

A conferma dell’estrema umanità del Santo Padre lo stesso ha instaurato con il personale un dialogo diretto,  a tratti gioviale, tanto da fare una piccola battuta spiritosa su un gruppo arrivato leggermente in ritardo rispetto all’inizio dell’udienza.

Tutti i presenti sono rimasti colpiti dalla grande presenza spirituale del Papa concordando nell’essere rimasti profondamente colpiti dal punto di vista emotivo.

“Questa splendida giornata rimarrà sicuramente nella memoria dei partecipanti. Si ringrazia con l’occasione la Casa Pontificia per l’accoglienza riservata, la Gendarmeria Vaticana e l’Ispettorato della Polizia di Stato nonché tutto il personale della locale Questura che grazie all’impegno ed alla dedizione ha reso possibile questa iniziativa” hanno dichiarato gli ufficiali della Polizia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 317 volte, 1 oggi)