ASCOLI PICENO – In sala stamap, nel post-partita, arriva il patron Bellini: “non penso che i pareggi siano così negativi. Ci sono ancora 21 punti, e due squadre che possono lottare e la prossima gara si scontreranno Teramo e Reggiana. E’ dura combattere contro le squadre che lottano per non retrocedere. Speriamo che alcuni giocatori possano tornare presto con noi. Perez tornerà ad allenarsi dopo Pasqua. Oggi la partita è stata molto bella. Partita molto emozionante. Potevano vincere entrambe le squadre.  Penso che l’Ascoli ha fatto ciò che doveva fare. C’è stata anche pochino di sfortuna sugli infortuni. Lo stadio è un problema importante, ma arriveremo ad un accordo con l’amministrazione comunale. L’idea di ricostruire la tribuna laterale come a Cesena piace anche a noi. Meglio avere la Tribuna Est: è più problematica al momento. Tra qualche anno si vedrà di costruire la Curva. Sul centro sportivo andiamo avanti.  Sono molto soddisfatto della mia squadra. C’è già troppa pressione e  sono comunque contento di quello che sto assistendo. Speriamo che domenica sia migliore di questa. Ci sono tante sorprese, basta vedere ciò che è successo a Pisa. Siamo fiduciosi. Abbiamo cercato di prendere i giocatori migliori, penso che questa squadra andrò molto bene nelle migliori condizioni. Non  possiamo giocare sempore con la stessa squadra, per infortuni e problemi vari. Tornerò per il finale di campionato.

Colombo, allenatore della Reggiana: “non abbiamo fatto le barricate. La squadra mi è piaciuta molto. Ascoli, pubblico strepitoso. Mi ha fatto piacere vedere una buona Reggiana. Ruopolo giocatore fondamentale, ha giocato con un’infiltrazione e il suo supporto è stato fondamentale. Ho cercato di mantenere l’assetto durante tutta la gara. Adesso affrontiamo il Teramo con due giocatori importanti in meno. Alla fine chi perde meno punti, vince il campionato.

 Christian Altinier: ” sono contento che nonostante la deviazione, ho segnato. Dovevo buttare dentro quel pallone anche nel primo tempo.Poteva cambiare la storia della partita. Reggiana grande squadra, meritano di stare dove sono. Se le giocheranno fino alla fine.Non ti auguri mai un gol a freddo come oggi. Abbiamo pagato un po di stanchezza alla fine. Varie occasioni, una partita che potevano vincere tutte e due le squadre. E’ più bello stare primi, ma conta esserlo all’ultima giornata. 13 gol sono tanti, sono contento del bottino personale.”

 Riccardo Nardini:” dispiace non aver sfruttato occasioni, ma avevamo una buona squadra davanti. Il pareggio oggi  giusto. Bravi loro, bravi noi e questo deve essere lo spirito. Ci sono ancora tanti punti in ballo.  Credo che alla fine, leggere un commento positivo da un ragazzo di venti anni è molto stimolante”.

Mister Petrone: “ pareggio giusto, giocato a viso aperto tra le due parti. Abbiamo tenuto botta. Non avendo il giocatore giusto, non ho potuto fare i cambi che volevo. Ho chiesto a Grassi di rientrare e mettersi a disposizione della squadra. Abbiamo forse concesso troppo, ma poi abbiamo cercato di andare alla ricerca della vittoria. Oggi i ragazzi devono ricevere solo applausi. Noi siamo realisti,  e voglio ringraziare i ragazzi per come hanno ottenuto i tanti punti che abbiamo ottenuto. Noi ci crediamo fino all’ultimo secondo. Bisogna essere ottimisti fino alla fine. I giocatori erano esausti alla fine, non delusi, ma stanchissimi per la prestazione. Avogadri è uscito per evitare che si facese male. Non è facile per noi, ma nemmeno per gli altri. Affrontare tutte le gare con cattiveria agonistica e massima concentrazione. Positività fino alla fine.  Vediamo come starà Pirrone visto che non avremo Grassi. E’ giusto pensare una partita alla volta. Andare a Forlì con il piglio giusto, perchè tutti possono perdere punti.  Chiricò non è ancora in forma, non posso rischiarlo per molto tempo. Gli errori di Dell’Orco sono dovuti ad una mancanza di ricerca di una soluzione valida.  Non molliamo un centimetro.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 502 volte, 1 oggi)