ASCOLI PICENO – E’ un mistero che attravesa i secoli, in un confronto che affascina fede e scienza. Parliamo della Sacra Sindone. La copia, presente nella Chiesa di San Francesco ad Arquata, sarà, per la prima volta, nella Cattedrale di Ascoli per la sua ostensione, dal 1 al 19 aprile.

L’iniziativa, fortemente voluta dal Vescovo Giovanni D’Ercole, è stata resa possibile dall’Amministrazione Comunale di Arquata, nelle persone del sindaco Domenico Pala e dell’Assessore Leonardo Gabrielli. Forte spinta a questo evento è stato dato dall‘Associazione “Il Portico di Padre Brown” e dalla sua presidente, Pina Traini, che fin dal 2010 ha lavorato intensamente per far conoscere a tutti, questa grande ricchezza storico-religiosa del territorio Piceno.

“La Sindone non rappresenta la morte di Cristo, ma la sua Resurrezione”, commenta il Vescovo D’Ercole. La reliquia giungerà il 1 aprile in città e da giovedi 2 aprile Giovedì Santo, sarà esposta in Cattedrale per la visita dei fedeli . Per l’occasione, nel Duomo, verranno alelstiti pannelli esplicativi e proiettati filmati esplicativi  sulle indagini fatte in questi anni dall’Enea e dal Dott. Paolo Di Lazzaro. Saranno coinvolte tutte le scuole per visite guidate ed è previsto un ricco calendario di eventi, concerti e momenti di riflessione.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 439 volte, 1 oggi)