ASCOLI PICENO – Il sorriso di un bambino è una gioia contagiosa ed è ancora più forte se a sorridere sono coloro che soffrono, che sono deficitari rispetto ad altri. Una fabbrica di fiori è stata pensata e realizzata per portare sollievo a coloro che hanno problemi di disagio mentale.

Il progetto, presentato dalla Cooperativa Primavera di San Benedetto del Tronto dal titolo “la Fabbrica dei fiori” con la partecipazione della Fondazione Carisap Ascoli Piceno, prevede l’occupazione di giovani disabili psichici attraverso la realizzazione di un nuovo impianto per la coltivazione in pien’aria di essenze arboree e prodotti orticoli su un terreno di mq. 7885 sito in San Benedetto del Tronto che la Cooperativa ha acquistato dalla Provincia di Ascoli Piceno.

La Cooperativa Primavera svolge dal 1997 attività di coltivazione di piante da fiore in serra e manutenzione parchi e giardini diretta all’inserimento lavorativo di giovani portatori di disagio mentale.
L’attività di coltivazione viene ritenuta dal Dipartimento di Salute Mentale dell’ Asur Area Vasta n.5 quella che maggiormente favorisce l’inserimento lavorativo e sociale dei disabili mentali perché si svolge in luogo protetto sviluppando una manualità e coscienza delle singole fasi produttive. E’ altresì importante in quanto i disabili hanno modo di relazionarsi con la società grazie alla partecipazione attiva nella vendita dei prodotti aprendosi ad una socialità diffusa che in altri ambiti sarebbe difficilmente riproducibile.
Il progetto, nel suo svolgimento, perpetua l’interesse nell’integrazione intergenerazionale tra giovani, anziani, famiglie, lavoratori disoccupati, persone di diverse origini sociali, dando l’opportunità ai giovani disabili di lavorare e socializzare con una pluralità di persone.

Alla coltivazione e vendita di prodotti orticoli partecipano diverse strutture alberghiere e aziende della grande distribuzione come Conad Adriatico di Monsampolo del Tronto che si è resa disponibile all’acquisto dei prodotti orticoli e florovivaistici.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 206 volte, 1 oggi)