ASCOLI PICENO – Il pareggio con il Pro Piacenza decreta la fuga del Teramo nel girone B di Lega Pro, gli abruzzesi battono 3 a 0 il Tuttocuoio mentre nell’anticipo di ieri la Reggiana rallenta pareggiando con il Prato. Primo tempo in cui i bianconeri sembrano quelli visti a Forlì e subiscono la rete di Matteassi che fissa il risultato sull’uno a zero per tutta la prima frazione di gioco, Grassi regista prova ad imbeccare i vari Berrettoni, Mustacchio e Chiricò. Altinier isolato in avanti non partecipa alle azioni offensive.  Nardini il migliore dei bianconeri suona la carica nel secondo tempo pennellando un traversone perfetto sulla testa di capitan Berrettoni per il gol che vale il pareggio.

Il Dg Lovato ai microfoni: “Addio ai sogni no perché la classifica ci impone di provarci, ma è evidente che ancora una volta abbiamo fornito una prestazione negativa, la stagione è fatta dal suo insieme non dobbiam buttar via quello che è stato fatto di buono, la classifica ci consente di avere delle ambizione ma dobbiamo cambiare marcia in fretta. Abbiamo incontrato tutte squadre alla nostra portata e tutti hanno dato la dimostrazione di avere qualcosa in più di noi sulla corsa, l’impegno c’è stato ma ho visto anche una squadra confusa, spesso eravamo in difficoltà sia in avanti che a centrocampo. Dal punto di vista atletico dobbiamo recuperare brillantezza, ci sono dei giocatori palesemente stanchi. Abbiamo avuto difficoltà a livello di manovra e mi auspico che con il rientro di alcuni giocatori questo cambi. Una squadra che ha i mezzi per vincere non può nascondersi dietro a nulla. Sfrutttiamo la pausa per recuperare qualche giocatore. Lo staff e l’allenatore non sono in discussione valuteremo alla fine della stagione.

E sui tifosi dichiara:”Noi non siamo contro i tifosi, abbiamo rispetto nei loro se Bellini è venuto qui è per l’ambiente però al tempo stesso non accetta comportamenti violenti che non sono di tutta la tifoseria ma di alcuni, vanno solo ringraziati i tifosi che anche  oggi ci hanno sostenuto.”

Capitan Berrettoni:”Il gol era importante trovarlo non siamo riusciti a concretizzare le occasioni. Quando attraversi un momento in cui non arrivano i risultati è difficile corriamo ma corriamo male, qualcuno che vuole essere più generoso va fuori posizione alcuni giocatori non hanno il ritmo partita e abbiamo concesso più di un’occasione all’avversario. Petrone contestato:” penso che la stia vivendo da professionista da uomo di campo è un momento che si può attraversare durante un’annata siamo i primi a riconoscerlo dobbiamo venirne fuori stando uniti e lavorando. Il mister è una persona di carattere le critiche ci stanno, però stiamo parlando di una squadra nuova che è tutto l’anno che si gioca un campionato. L’impegno noi ce lo mettiamo sempre.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 256 volte, 1 oggi)