ASCOLI PICENO – Fece discutere la morte del carcerato lamense il 18 febbraio a Marino del Tronto. Furono avviate le indagini da parte della Procura che indagarono sul detenuto e compagno di cella Mohamed Ben Alì, tunisino fermato a gennaio per spaccio di droga sulla Riviera, come possibile responsabile del decesso di Achille Mestichelli.

Il Gip del Tribunale di Ascoli Piceno ha dunque firmato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere a carico del tunisino per omicidio preterintenzionale in relazione alla morte del detenuto lamense. Il carcerato aveva riportato una grave e fatale lesione alla testa. Sarebbe stato futile il motivo della lite tra i due.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 753 volte, 1 oggi)