ASCOLI PICENO – Un altro passo verso l’ampliamento dell’offerta universitaria è stato fatto tra il Consorzio Universitario Piceno, in collaborazione con l’Accademia delle Scienze d’Abruzzo e delle Regioni Adriatiche, il comune di Ascoli Piceno e la prestigiosa Accademia Europea delle Scienze e delle Arti di Salisburgo per la costituzione della prima sede italiana della Alma Mater Europaea, l’Università austriaca fondata dalla sopraccitata accademia di Salisburgo che vanta sedi in Austria, Germania, Slovenia e Serbia.

L’accordo porterà l’insediamento ad Ascoli Piceno della Scuola Internazionale per la Ricerca e la Formazione sulla Sicurezza e la Protezione Ambientale “Niccolò IV” che svolgerà attività di formazione e ricerca post-laurea, creando esperti nella progettazione e costruzione di impianti industriali ad alto rischio, verifica della conformità delle opere, sviluppo di attrezzature per la protezione e la sicurezza dei lavoratori e informazione e prevenzione dalle catastrofi naturali nei territori instabili, con particolare attenzione ai centri storici e ai beni culturali.

A rendere nota questa importante iniziativa è il presidente del Consorzio Universitario Piceno, l’avv. Achille Buonfigli che, nel corso dell’incontro a Palazzo Arengo, ha espresso la sua soddisfazione per il risultato ottenuto che “porterà ad Ascoli studenti e docenti di tutta Europa, dando una dimensione europea alla formazione universitaria con una elevata qualità di istruzione”.
Anche il sindaco Guido Castelli ha sottolineato l’importanza di questa opportunità di ulteriore crescita per la città che, a suo avviso, potrebbe diventare una “cittadella del sapere”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 215 volte, 1 oggi)