Non esiste alcuna prova dell’esistenza del “mostro” che vivrebbe nel Lago scozzese, eppure Nessie è diventata una leggenda che per tutto il secolo ha appassionato turisti, scrittori e registi. Oggi Google il celebre motore di ricerca celebra l’ottantunesimo anniversario della prima foto  che ritraeva il celebre mostro era il 21 aprile 1934 e la foto apparve sul Daily Mail,  scattata da Robert Kenneth Wilson nei pressi di Invermoriston con l’ausilio dell’amico Maurice Chambers il 19 aprile 1934.

La cinematografia si è sbizzarrita a raccontare del famoso mostro come nel  film del  1970 Vita privata di Sherlok Holmes e poi numerosi lungometraggi e cartoni animati che hanno dedicato punatate a Nessie, come in Scooby Doo e i Simpson. Anche io devo dire nel visitare il lago rimasi affascinata dalla magia del posto.

Google quasi ogni giorno ci propone un doodle, l’idea  è nata nel 1998, prima ancora che la società assumesse una ragione sociale, mentre i fondatori di Google Larry e Sergey si divertivarono a modificare  il logo aziendale per comunicare la loro partecipazione al Festival Burning Man, nel Dietro alla seconda “o” della parola “Google” venne collocata la figura di un omino stilizzato, una sorta di messaggio comico per segnalare agli utenti di Google che i fondatori erano “fuori ufficio”. Anche se il primo doodle era relativamente semplice, quell’idea diede il via all’abitudine di decorare il logo aziendale per celebrare eventi significativi.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 198 volte, 1 oggi)