ASCOLI PICENO – Stamane presso la Sala Consiglio di Banca dell’Adriatico ad Ascoli Piceno è stata presentata la seconda edizione del “Master in Tourism Management” organizzato dall’ISTAO.  Secondo i dati 2013 della World Tourism Organization, l’Italia è la quinta nazione più visitata del pianeta, piazzandosi tra l’altro al primo posto per concentrazione di siti “patrimonio dell’Umanità”. E sulla base di questi dati che il turismo rappresenta un settore altamente strategico per il territorio. L’ISTAO pone al centro di questa considerazione la necessità di creare figure altamente specializzate per far crescere e sviluppare il paese, sviluppando in un mercato sempre più complesso l’idea di innovazione culturale, organizzativa e gestionale.

Il “Master in Tourism Management” si pone l’obbiettivo di far acquisire tutte le competenze specialistiche e manageriali funzionali alla crescita del sistema turistico e delle aziende, in un’ottica di sostenibilità ed internazionalizzazione. La durata del Master è di dieci mesi a partire dal prossimo 11 maggio e si svolgerà presso la sede ISTAO di Villa Tofani ad Ascoli Piceno, presso il Campus di Fasano dell’Università di Bari e alcune lezioni saranno organizzate anche presso l’Università Politecnica delle Marche, nella sede di San Benedetto del Tronto.  Otto le aree didattiche,  che prevedono quattro mesi in aula con project-work e sei mesi di stage: il Master forma veri e propri Manager del turismo e dell’ospitalità, in grado di operare fin da subito nel settore combinando conoscenze manageriali, normative e tecniche nella gestione strategica dei clienti in una visione di integrazione culturale e sostenibilità.

Unica nota stonata la preoccupazione di Giuliano Calza riguardo la scarsa adesione (4 domande) fatta registrare finora al Master in questione. Il l direttore Generale dell’ISTAO punta il dito verso i giovani: “È un’opportunità incredibile ed è evidente che i giovani non capiscono. Un master come questo fornisce le chiavi di ingresso al mondo del lavoro, la scorsa edizione ha fatto il 100% di Placement post master e si sta avviando all’85% di Placement definitivo. I ragazzi hanno trovato lavoro presso strutture alberghiere, poli museali, consorzi, istituzioni o giovani aziende che stanno venendo fuori. È un master che mette a disposizione qualsiasi cosa, il miglior prodotto che abbiamo sviluppato quest’anno, non riesco a comprendere e sono veramente sconfortato..”.

Le domande di partecipazione scadono il prossimo 30 aprile e le selezioni si svolgeranno il 5 maggio con test, Assessment Center e colloqui: la Banda dell’Adriatico mette a disposizione degli studenti marchigiani dieci borse di studio a totale e parziale copertura della tassa d’iscrizione, mentre il CUP aiuterà, attraverso strutture B&B, gli studenti più meritevoli e quelli che provengono da località lontane.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 284 volte, 1 oggi)