ASCOLI PICENO –  Non si è fatta attendere la risposta del Vicepresidente uscente della Regione Marche, Antonio Canzian, che risponde al neo-candidato di Marche 2020, Luigi Contisciani.

In una nota, l’esponente Pd, sostiene che” comprendo che, a differenza di me, sei in piena campagna elettorale, ma accetta con pacatezza le considerazioni che ho espresso e che ti aiuteranno a comprendere le difficoltà che incontrerai da qui al 31 maggio.

Io non ho nessun nemico da combattere, ma faccio un ragionamento molto semplice: l’aver sacrificato, come purtroppo ha fatto il Presidente Spacca, l’esperienza  di governo di centrosinistra  di questi cinque anni (senza voler considerare i quindici precedenti!) per candidarsi  in una coalizione con Forza Italia, qualunque sia la ragione, a me sembra politicamente non sostenibile! E nel mio ragionamento, che ritengo semplicemente di buon senso, le dinamiche e i problemi interni al PD non c’entrano un bel nulla.”

Conclude l’assessore al Piceno: “il termine “amarezza”, da me usato, significa semplicemente dolore e delusione  per tale scelta! Se poi ti sfugge la logica del mio pensiero, che credo sia molto simile a quello del cittadino comune, pazienza! Sarà per un’altra volta.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 265 volte, 1 oggi)