APPIGNANO –  Dopo le voci che  la volevano presentarsi per un terzo mandato, il Sindaco di Appignano, Maria Nazzarena Agostini annuncia, in una nota, di non volersi presentare.

“Sono personalmente convinta che dieci anni di amministrazione siano più che sufficienti, ad un sindaco, per dimostrare ciò che vale”-  dice la Agostini-   ” Proseguire oltre significherebbe continuare ad amministrare per abitudine senza quello slancio vitale e quell’energia che questo ruolo, soprattutto oggi, richiede.

Nella figura di primo cittadino di Appignano del Tronto ho dato quello che potevo, senza risparmiarmi, se lo abbia fatto bene o male non tocca certo a me dirlo. Avverto ora la necessità di cedere il passo a chi, fresco di energie, può prendere il mio posto. ”

Un bilancio di quello che è stato fatto in dieci anni: “in questi anni il gruppo consigliare della Bilancia non si è limitato ad amministrare ma ha anche avuto la capacità di formare una classe di giovani amministratori capaci ed onesti. Lascio dunque sapendo di passare il testimone ad una giovane donna competente e dotata di quello spirito trasparente che ha sempre contraddistinto i sindaci e gli amministratori della Bilancia.

Un accenno al proprio futuro politico: “per quanto mi riguarda mi metto a disposizione assumendo un posto da gregario per meglio aiutare chi oggi, con nuove energie, si pone alla testa del gruppo. Ringrazio tutti quelli che mi hanno pregato di restare, gli uomini e le donne che mi hanno sostenuto, anche quando è stato difficile farlo, e sono sicura che condividono con me l’idea che la politica debba avere come obiettivo il meglio per tutta la comunità e non per se stessi o per pochi. Se restassi potrei fare il sindaco per altri cinque anni, un nuovo sindaco potrebbe invece ricoprire questa carica per almeno 10 anni e, soprattutto, esercitare questo ruolo con un rinnovato entusiasmo.”

Ecco che il sindaco uscente cita chi la sostituirà: “faccio i miei in bocca al lupo a Sara Moreschini e passo il testimone di candidato ad una persona che in questi anni, nel suo ruolo di assessore, ha dimostrato di avere grandi capacità. Le auguro, e mi auguro, una grande vittoria elettorale. Se, da futuro sindaco, avrà metà della stima e dell’affetto che sono stati riservati a me, la sua fatica sarà ben ripagata. Spero di essere stata il sindaco di tutti e di aver onorato il mandato che mi è stato assegnato”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 415 volte, 1 oggi)