ASCOLI PICENO – Dopo sei anni, il Questore di Ascoli, Giuseppe Fiore lascia il capoluogo piceno per andare in pensione.

Nel salutare la stampa locale, il capo della Polizia picena non ha voluto parlare delle tante azioni volte a contrastare la criminalità locale e organizzata ma del Piceno e delle sue caratteristiche. “Quando sono arrivato qui, nel 2009, sono subito entrato nel ritmo cittadino. Non voglio fare bilanci del punto di vista lavorativo. Ho cercato di importare un modo di fare: dietro ad ogni pratica, c’è una persona, una famiglia. Non va trattato tutto in modo burocratico. Io ho cercato di organizzare al meglio tutti i servizi.”

Il dottor Fiore è rimasto colpito dal territorio Piceno: “invito tutto a visitare questa zona: qui si vive bene. I problemi ci sono ma non sono rilevanti come altrove. Qui si è sicuri, al 99,9% , che se parcheggi la macchina, non ti viene rubata. Qui c’è la cognizione di stare in un bel territorio. Anche quando si vuole aprire un’attività, non c’è il rischio che qualcuno ti venga a chiedere il pizzo.”

“Qui ho conosciuto tantissimo di questo territorio, moltissime persone. Si è instaurato un bel rapporto con tutti. Mi faceva piacere poter rimarcare il ringraziamento a tutti i cittadini di Ascoli e provincia. Il rapporto umano è fondamentale”, continua il Questore, “molto belle le feste della Polizia soprattutto con i ragazzi.”

Infine: “credo che l’abito della legalità vada tolto soltanto quando si va a dormire. La legalità deve essere un fattore mentale perenne, uno status da non abbandonare mai”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 489 volte, 1 oggi)