Dopo un’intensa attività di promozione nel corso delle molteplici tappe di Vinitaly International in tutti i principali mercati esteri, il Padiglione del vino è pronto ad accogliere il pubblico di tutto il mondo, le prime delegazioni ufficiali e rappresentanti delle istituzioni, rivelando la straordinaria storia e tutta la ricchezza e varietà della produzione vitivinicola italiana.

Il Padiglione Vino – A Taste of ITALY, rappresentativo di tutti i territori vinicoli della Penisola, è una installazione curata dall’Architetto Italo Rota e sarà inaugurato ufficialmente, insieme a tutti coloro che hanno reso possibile questo importante traguardo, sabato 23 maggio alla presenza del Ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Maurizio Martina.

Il Ministero, da sempre in prima linea nella valorizzazione del comparto vitivinicolo, ha sostenuto fin dal principio questo progetto rappresentativo della produzione italiana, affidandone la realizzazione, congiuntamente con il Padiglione Italia, a Veronafiere-Vinitaly e al Comitato Scientifico presieduto da Riccardo Cotarella.

«Il Padiglione del Vino è un grande segno della capacità italiana di produrre iniziative di assoluto livello e qualità. Congratulazioni per l’ottimo lavoro – ha detto il Ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan che ha voluto visitare oggi, in forma privata, il Padiglione per un brindisi augurale . Vino is great, vino is pleasure» ha aggiunto il Ministro accompagnato da Giuseppe Sala, ad di Expo 2015.

Ed è proprio alla platea di visitatori internazionali che è rivolto tutto l’allestimento del Padiglione per attirare l’attenzione di quanti amano o conoscono ancora poco uno dei prodotti simbolo del made in Italy nel mondo.

«Non ho mai visto tante etichette in un solo luogo – ha sottolineato ieri nella sua visita a sorpresa Ambasciatore degli USA in Italia, Phillips –. Il vino italiano è molto apprezzato e diffuso negli Stati Uniti d’America: personalmente, amo molto i vini friulani perché i miei nonni materni erano originari di quella regione».

In attesa dell’inaugurazione ufficiale, sabato 23 maggio, il Ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, Maurizio Martina, ha visitato oggi il Padiglione del Vino e, dopo essersi congratulato con tutti quelli che hanno reso possibile la realizzazione del primo Padiglione dedicato al vino nella storia dell’Esposizione Universale, ha commentato: «complimenti, veramente un bel lavoro», lasciando un biglietto vicino alla statua di Giulietta nel quale ha citato la frase di Mario Soldati “Il vino è la poesia della terra”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 127 volte, 1 oggi)