ASCOLI PICENO – Uno sguardo attento è stato rivolto alle problematiche inerenti la sofferenza al femminile e in particolare a quella malattia, il carcinoma mammario, di cui molto spesso le donne per pudore o per rabbia tendono a nascondere, a sopportare in silenzio un iter pesante e doloroso per curare il fisico, trascurando i propri sentimenti, chiudendosi in un impenetrabile silenzio mascherato dalla frenesia della vita quotidiana.
Ora, sempre più iniziative hanno lo scopo di divulgare informazioni affinchè questo “brutto male” sia possibile prevenirlo e sconfiggerlo acquisendo coscienza delle cause, delle cure e della prevenzione.

L’associazione “Ascoltiamo” di Ascoli Piceno in collaborazione con la Fondazione Umberto Veronesi ha organizzato il convegno medico-scientifico dal titolo “Prevenzione donna: un obiettivo solo scientifico o un progetto di vita?” che si terrà venerdì 8 maggio 2015 alle ore 17.30 presso la Sala della Vittoria della Pinacoteca.

I relatori affronteranno i diversi aspetti legati alla diagnosi e alla cura del tumore al seno e in particolare il prof. Paolo Veronesi interverrà sulla “prevenzione, diagnosi e terapia del carcinoma mammario”; la dottoressa Elena Dogliotti si occuperà di spiegare la connessione tra malattia e nutrizione con “prevenzione nutrizionale in ambito oncologico: dalla teoria alla pratica”; la dottoressa Benedetta Ruggeri, responsabile Area Vasta 5 di Ascoli Piceno, illustrerà “senologia nel Piceno: il percorso assistenziale”; la dottoressa, psicanalista Annalisa Piergallini, toccherà la parte vulnerabile delle donne, l’anima, con una conversazione su “ricucire le ferite (sofferenza della donna post intervento)”.

All’incontro di presentazione del convegno erano presenti alcuni esponenti dell’amministrazione comunale: il vice sindaco Donatella Ferretti “l’amministrazione comunale è da tempo sensibile e attiva sul fronte della prevenzione perché riteniamo che la prevenzione sia la tutela prima al diritto alla salute, un ringraziamento ad un partner come la Fondazione Veronesi che rappresenta un’eccellenza italiana, e un ringraziamento alle associazioni del nostro territorio che rappresentano il substrato fondamentale perché operano quotidianamente per l’assistenza a persone che vivono problematiche di tipo oncologico”. Presenti, inoltre, l’assessore Gianni Silvestri, la consigliera Laura Trontini e l’assessore Michela Fortuna, i quali hanno espresso sostegno al lavoro dell’associazione “Ascoltiamo”, un ringraziamento alla Fondazione Umberto Veronesi e alle associazioni che supportano il progetto, come il “Lions Club” che da alcuni anni promuove l’educazione alla salute nelle scuole con il “progetto Martina”organizzando degli incontri con medici specializzati per parlare di tumori agli studenti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 231 volte, 1 oggi)