ASCOLI PICENO  –  E’ un progetto prioritario per la città, quello della bonifica dell’Area Ex Carbon e del quale se ne parla ormai  da anni.

E proprio ieri si è  tenuto presso la sede dell’Arpam di Ascoli il tavolo tecnico propedeutico alla redazione da parte della Restart del Piano Operativo di Bonifica dell’area Carbon.

Sul tema interviene il sindaco, Guido Castelli: “si è trattato di un confronto utile e positivo nel corso del quale tutti gli attori chiamati ad esprimersi sulla procedura hanno finalmente prestato la giusta attenzione verso una problematica ambientale assolutamente strategica per la nostra città .

Il piano operativo di bonifica infatti non è solo il presupposto per la definitiva formalizzazione dell’accordo di programma per la rigenerazione urbana del sito ma è anche la premessa per scongiurare il rischio amianto recentemente evidenziato dall’Asur e per garantire il risanamento della vasca di prima pioggia oggetto dell’infrazione comunitaria che ci è stata recentemente contestata . Tutte le parti tecniche presenti al tavolo hanno valutato minuziosamente il lavoro sin qui svolto, esaminando  le implicazioni prescritte dalla normativa vigente rispetto all’obiettivo della bonifica. Entro il prossimo mese di giugno la Restart si è impegnata, previi ulteriori e specifici incontri con l’Arpam,  a redigere una proposta di POB alla quale si unirà anche un piano di smaltimento dell’amianto che sia coerente con gli obiettivi di eliminare ogni sorta di pericolo (anche potenziale) nel minor tempo possibile.

Gli enti tecnici, dal canto loro, si sono impegnati a garantire l’approvazione della bonifica entro il prossimo mese di luglio. Entro l’anno finalmente si potrebbero iniziare i lavori e anche sul fronte occupazionale potremmo registrare un’invenzione di tendenza.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 164 volte, 1 oggi)