ASCOLI PICENO  –  Gli “Infermieri a Difesa  dell’ Ospedale di Ascoli” si schierano apertamente contro i nuovi parcheggi a pagamento all’interno del nosocomio ascolano.

In una nota, gli infermieri parlano di  “una beffa. E’ incredibile quello che gli infermieri e tutti i dipendenti del Mazzoni devono subire. Dopo anni di tagli al personale ai reparti e ai posti letto e con il conseguente peggioramento delle condizioni di lavoro che oramai sono intollerabili nonostante le ore di straordinario non pagate i giorni di ferie, sono migliaia, non concesse,  i Dirigenti invece di occuparsi e preoccuparsi di assumere personale, appaltano i parcheggi che già non bastano già al personale dipendente che lavora quindi ora addirittura si dovrà pagare il parcheggio interno all’ospedale per andare a lavorare?”

Rabbia e delusione dunque, da parte dei dipendenti del Mazzoni.  “Questo non è accettabile”-  proseguono – ” e certamente se, come pare, non si troveranno posti gratuiti liberi per dare il cambio ai colleghi stremati, sicuramente boicotteremo il parcheggio senza pagare un euro e se non sarà garantito il posto macchina ai dipendenti che prestano servizio al Mazzoni. Addirittura l’ingresso del parcheggio a pagamento è lo stesso dove passano le Ambulanze e i cittadini per recarsi per l’emergenza al Pronto Soccorso: unico caso al mondo”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 223 volte, 1 oggi)