ASCOLI PICENO – La vicenda è curiosa e in quanto tale sta facendo discutere. Un detenuto in regime di 41 bis a Marino del Tronto reclama per la mancato permesso a sfogliare in cella una rivista pornografica.

La richiesta, inizialmente accolta dal Magistrato di Sorveglianza, è stata tuttavia respinta dal Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, che ha fatto ricorso e non applicato la sentenza. Un ricorso bocciato, che però non ha ugualmente sbloccato la situazione.

Lunedì sera il caso è stato raccontato da Giuseppe Cruciani all’interno de “La Zanzara”. Nel programma di Radio24, il conduttore ha ospitato l’avvocato dell’ergastolano, Mauro Gionni, che ha ricostruito i fatti.

“Sono diverse le riviste, tra le quali c’è una rivista porno”, spiega il legale. “E’ una persona che è lì detenuta da tanto tempo e che ci resterà per tutta la vita. Credo siano facilmente immaginabili i motivi della richiesta. Tutto sarebbe a sue spese. Si tratta di detenuti sottoposti a un regime particolare”.

Il timore è che negli inserti possano essere inseriti pure messaggi cifrati per il detenuto. “Tutto questo materiale viene vagliato dalla censura”, ribatte Gionni. “Di conseguenza non può consentire in alcun modo il passaggio di comunicazioni dall’esterno di qualunque natura”.

Per ascoltare l’audio della puntata clicca QUI (dal minuto 85.50).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 648 volte, 1 oggi)