ASCOLI PICENO – Un punto di riferimento  oltre che un centro di ascolto: questo è  lo “SPORTELLO LEGALITA’ – Punto di ascolto SOS Giustizia” per i cittadini e gli imprenditori piceni che ne hanno usufruito e tale continuerà ad essere anche nel 2015.

La Camera di Commercio e l’Associazione Libera, infatti, si sono impegnate a dare continuità anche per l’anno 2015, all’azione del servizio di ascolto e di assistenza agli imprenditori e commercianti in difficoltà economica, avviato nel 2014 ed hanno rinnovato la convenzione, alla presenza di Don Marcello Cozzi, Vicepresidente nazionale di Libera e del dott. Giuseppe Dinardo della Prefettura di Ascoli Piceno.

La conferma della convenzionesottolinea la dottoressa Paola Senesi, referente regionale dell’Associazione “Libera” – dimostra l’attenzione della Camera di Commercio e delle istituzioni nei confronti del problema delle mafie. E’ un promemoria per ricordare a tutti noi che bisogna partecipare attivamente alla vita sociale del territorio, perché le mafie si sono ormai delocalizzate e non possiamo purtroppo pensare che la nostra zona sia affrancata da tale fenomeno.

L’obiettivo è quello di continuare, con l’Associazione Libera, ad offrire un sostegno concreto agli imprenditori e commercianti vittime di intimidazione ambientale, estorsione, usura, ovvero a rischio di condizionamento da parte della criminalità organizzata.

Prosegue – ha dichiarato il Presidente della Camera di Commercio di Ascoli Piceno Gino Sabatini – l’azione del Punto di ascolto presso la Camera di Commercio, di rafforzamento e consolidamento delle relazioni, comunicazioni e scambio di informazioni con le realtà associative e istituzionali del territorio, in particolare la Prefettura: la legalità è il “terreno fertile” di uno sviluppo sano del territorio ed è dunque logico che sia un tema così importante per la Camera di Commercio di Ascoli Piceno.

 

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 94 volte, 1 oggi)