ASCOLI PICENO – Ambra, una giovane meticcia di quattro anni ha lavorato con i bambini della scuola primaria “Don Giussani” di Monticelli per il secondo anno del progetto pet therapy realizzato dalla dottoressa, pedagogista Rossella Gueli di “Impronte pet therapy”.

La pet therapy si basa sull’interazione uomo-animale e sui benefici che ne derivano per un miglioramento comportamentale, fisico, cognitivo, psicosociale o psicologico-emotivo della persona.
La proposta avanzata dalla dottoressa Gueli di portare questa avanzata metodologia di educazione nelle scuole di Ascoli Piceno, ha riscontrato il parere favorevole dell’amministrazione comunale e di ben tre scuole della città: oltre alla citata scuola primaria dalla quale è partito il progetto, si sono aggiunte quest’anno anche la scuola “Malaspina” e la scuola “Rodari”.
La risposta dei bambini è risultata entusiasmante e conferma il benefico impatto che svolge la presenza di un animale e la sua interazione.

La pedagogista Gueli spiega lo svolgimento del progetto: “Noi facciamo educazione attraverso l’attività animale e, nel nostro caso, abbiamo come referente il cane. Insegniamo l’approccio con l’animale e attraverso il cane si crea un rapporto di fiducia che porta a parlare anche di se stessi, mettendo in parallelo il cane con le sue emozioni primarie, e la risposta del bambino, di come esprime le proprie emozioni, e di come si esprime attraverso il non verbale”. Le lezioni non si esauriscono solo al miglioramento della propria persona, ma stimolano i piccoli studenti con attività di interazione e gioco, lo studio approfondito del cane legato ai vari tipi di razze, all’analisi del suo linguaggio per riconoscere i segnali che emette nelle diverse situazioni e avere così rispetto e prevenire brusche reazioni da parte del cane.

A conclusione dell’incontro è intervenuto l’assessore alla Pubblica Istruzione Massimiliano Brugni: “Ringrazio la dirigente scolastica Ivana Agnese Sandrin per tutte le attività che svolge, un punto di riferimento importante del nostro territorio. Quest’anno abbiamo confermato questo progetto visto il riscontro positivo che hanno avuto i bambini che vi hanno partecipato. Un ringraziamento anche a Giuliano Tosti della Ciam che ha allargato il progetto a tre classi e volendo fare di più e meglio, perché i riscontri sono stati tanti, prevediamo di aumentare per il prossimo anno il numero di bambini che potranno usufruire di questo bellissimo progetto che ha dato risultati importanti nella crescita dei nostri bambini.”

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 173 volte, 1 oggi)