ASCOLI PICENO – La Direzione di Area Vasta 5 soddisfatta per la recente approvazione del nuovo assetto organizzativo aziendale.

La riorganizzazione dell’offerta sanitaria è stata messa in atto con l’obiettivo di assicurare l’omogeneità delle cure, migliorarne la qualità e implementare l’efficienza del sistema sanitario, tenendo conto anche di tutti quegli elementi necessari a garantire il requisito di sicurezza e qualità delle cure (casistica trattata, tecnologie presenti, approccio multidisciplinare).

Con l’adozione della Determina 350 del 14/5/2015 da parte della Direzione generale dell’ASUR si completa il percorso di revisione dell’organizzazione dell’intero sistema sanitario della Regione Marche, sulla base delle indicazioni della Giunta regionale definite nelle Delibere 1345/13 e 1219/14.

L’approvazione dell’atto definitivo sulle reti cliniche da parte dell’ASUR comporta la stabilizzazione di diversi progetti di integrazione in Area vasta resi già operativi con l’attivazione di diverse sperimentazioni.

Inoltre vengono confermate le scelte nella definizione dell’assetto dipartimentale, che è qualificato in particolare dall’istituzione di alcuni dipartimenti funzionali finalizzati al governo di specifici percorsi assistenziali: in oncologia, nella gestione delle cronicità, nella supervisione dei percorsi clinici delle patologie rilevanti come l’infarto, l’ictus e la frattura di femore.

Oltre al rendere definitivo l’assetto dei dipartimenti e delle strutture complesse (primariati), si apre anche la fase di attribuzione degli incarichi dirigenziali interni alle diverse unità operative (assegnazione delle unità operative semplici): elemento rilevante per la funzionalità dei diversi servizi e per la promozione delle competenze interne.

Commenta il direttore di Area Vasta 5, Massimo Del Moro: “ora finalmente il disegno della Sanità nel Piceno e delle altre realtà della nostra Regione è definito e costituirà momento di certezza nella azione e nelle future scelte. Naturalmente l’assetto approvato non è di tipo statico, potrà infatti essere modificato, rettificato come avviene per tutti gli atti di questo genere ed integrato a seconda delle necessità e delle priorità di salute che si evidenzieranno nel corso della prossima settimana.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 173 volte, 1 oggi)