TASSIGNANO –  Si era lanciato dall’aereo, intorno alle 12 del 21 maggio, durante un’esercitazione militare. Per motivi ancora al vaglio degli inquirenti il paracadute non si è però aperto e Fabio Comini, 26enne di Ascoli, caporalmaggiore del Quarto reggimento alpini paracadutisti “Monte Cervino” (sede a Montorio Veronese) è precipitato al suolo morendo sul colpo.

L’ascolano era in addestramento presso il Centro Paracadutisti della Folgore di Pisa. Il suo aereo aveva preso quota dall’aeroporto di Tassignano. La tremenda notizia è stata confermata dal direttore dell’aeroporto Eugenio Baronti.

La Procura di Lucca è al lavoro per chiarire le motivazioni di questo tragico incidente.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.683 volte, 1 oggi)